Come partecipare

Per partecipare

Partecipare ad uno scambio europeo è facilissimo, è sufficiente scegliere il progetto a cui candidarsi tra gli scambi europei disponibili o tra i corsi di formazione disponibili, compilare il form di candidatura presente dopo la descrizione del progetto e inviarlo. In queso modo avremo informazioni sufficienti per valutare la tua candidatura. Una volta conclusa la prima fase delle selezioni i candidati vengono informati dei risultati e quelli selezionati verranno contattati per fissare un colloquio.

 

Costi
Ai partecipanti che intraprendono uno scambio europeo può essere richiesta una quota di partecipazione. Questo contributo dipende dall’organizzazione che realizza lo scambio europeo, dal tipo di progetto, dalla destinazione e dai contenuti e per questo varia da progetto a progetto. Ogni tipo di contributo richiesto viene comunque comunicato preventivamente prima dell’iscrizione al progetto da parte del partecipante.

Vitto
Durante uno scambio europeo pranzo, cena, colazione e coffee break sono finanziati al 100% dal programma Gioventù in Azione. Sono escluse tutte le spese per acquisti al di fuori dei menù programmati o durante il tempo libero. Durante le escursioni programmate viene normalmente fornito un packed lunch. L’uso di droghe durante i progetti è assolutamente vietato. Il consumo di alcool è regolato dall’organizzazione ospitante e dipende dalla legislazione del paese di destinazione e dall’età dei partecipanti coinvolti nello scambio europeo.

Alloggio
I costi di alloggio in tutti gli scambi europei sono coperti dal programma Gioventù in Azione. Le tipologie di alloggio vengono comunicate prima del progetto da parte dell’organizzazione ospitante o ai partecipanti stessi o all’organizzazione italiana che poi lo comunicherà ai partecipanti. A seconda della stagione e del tipo di progetto l’alloggio può essere un hotel, un ostello della gioventù, un bungalow, un camping, un agriturismo ecc. E’ possibile partire o tornare in date diverse rispetto alle date ufficiali del progetto (il limite solitamente è più o meno 2 giorni rispetto alla data ufficiale). Ogni spesa sostenuta per il vitto e l’alloggio al di fuori delle date ufficiali non viene rimborsata da Gioventù in Azione.

Trasporto
Viene rimborsato il 70% delle spese di viaggio sostenute per raggiungere il luogo destinato al progetto. Vengono rimborsati anche i biglietti per raggiungere l’aeroporto dalla città in cui si risiede. Tutti i documenti di viaggio (boarding pass, biglietti del treno o della metro, navette città/aeroporto ecc.) devono essere conservati e consegnati all’organizzazione ospitante durante il progetto. I documenti di viaggio del ritorno invece vanno spediti all’organizzazione italiana che gestisce lo scambio europeo previa fotocopia (in caso di smarrimento postale).
Successivamente l’organizzazione italiana provvederà a spedire tutti i biglietti all’organizzazione ospitante. I biglietti per raggiungere la destinazione devono essere acquistati d’accordo con l’organizzazione italiana e solo dopo aver ricevuto conferma di tutti i dettagli. Il rimborso del 70% dei costi di viaggio è gestito dall’organizzazione italiana e può avvenire prima, durante il progetto stesso o subito dopo il progetto tramite bonifico a seconda dell’organizzazione. Nella descrizione di ogni scambio europeo o corso di formazione sono indicate le modalità che possono variare di volta in volta.  La serietà di queste procedure è assicurata dai rigidi controlli delle Agenzie Nazionali per il programma Gioventù in Azione della Commissione Europea. Ogni spesa sostenuta per il trasporto al di fuori dell’itinerario standard (luogo di residenza/luogo dove si tiene il progetto) non viene rimborsata dal programma. Non è ammesso il rimborso per l’utilizzo di taxi salvo che questo sia l’unico mezzo disponibile per una certa tratta del percorso e venga preventivamente autorizzato. Non è ammesso l’utilizzo di treni ad alta velocità o tragitti in 1° classe. Ogni ulteriore problematica può essere discussa con l’organizzazione ospitante.

Attività
Le attività degli scambi europei sono regolate da precise metodologie imposte dalla Commissione Europea. Ogni attività durante il progetto è coperta dal finanziamento di Gioventù in Azione e sono descritte dal programma del progetto che viene inviato ai partecipanti prima del progetto stesso.

Nel caso in cui lo scambio europeo sia promosso da Associazione Joint trovate informazioni più dettagliate sulle modalità di partecipazione e pagamento al seguente link modalità di partecipazione.

2 thoughts on “Come partecipare

    • In generale sì Rosanna, ma per ogni scambio bisogna chiedere ed informarsi prima sulle condizioni (alcune strutture potrebbero non essere adeguate)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *